Immagini storiche Langhirano

Renata Tebaldi

Con deliberazione n. 29 del 25 giugno 2012 il Consiglio Comunale ha approvato il regolamento che disciplina le modalità di consultazione, duplicazione, riproduzione, pubblicazione e prestito delle fotografie appartenenti al fondo “Ex Avis”.

Si tratta di oltre ottocento immagini scattate tra il 1860 ca. e gli anni ottanta del Novecento, raccolte dalla sezione locale dell’Avis e da questa donate all’Amministrazione Comunale.

Il Regolamento è stato adottato ai sensi dell’articolo 5, comma 2 della Legge Regionale 24 marzo 2000, n. 18 Norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e beni culturali ed in applicazione di quanto previsto agli articoli 101 e seguenti del Codice dei beni culturali e del paesaggio approvato con Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

 

DOVE SONO CONSERVATE LE FOTOGRAFIE?

Le fotografie sono conservate presso il Centro Culturale a Langhirano, in Via Cesare Battisti n. 20.

Tutte le immagini sono inventariate, classificate, catalogate e digitalizzate in doppio formato (a bassa e ad alta risoluzione).

 

COME FACCIO PER CONSULTARE LE FOTOGRAFIE?

Il modo più semplice e veloce per consultare le fotografie è tramite internet. Dal sito www.museotanara.it clicca sulla sezione “Langhirano nella storia” (in basso a destra), scegliendo poi il canale di navigazione tra “persone”, “territorio”, “manifestazioni pubbliche” e “casa del donatore” (a sinistra dello schermo).

Se hai la necessità di consultare le immagini in copia fotografica (ad es. per analizzare la natura del supporto, la tecnica di stampa o eventuali annotazioni manoscritte), devi presentare una richiesta scritta utilizzando il modulo allegato (Allegato A). 

 

SE MI SERVISSE UN DUPLICATO?

Per ottenere la copia di una fotografia è sufficiente presentare richiesta scritta sul modulo specifico (Allegato B). Il viene effettuato dal nostro personale. Ma ricorda: si possono ottenere solo copie in formato digitale a bassa risoluzione.

 

VORREI RIPRODURRE UNA FOTOGRAFIA ED EVENTUALMENTE PUBBLICARLA. POSSO?

Il nostro regolamento consente anche questa attività. È però sempre necessario fare una richiesta scritta utilizzando il modulo che abbiamo predisposto (Allegato C). La tua richiesta verrà valutata dalla Giunta Comunale. In questo caso ti forniremo l’immagine in formato digitale ad alta risoluzione. 

 

DEVO PAGARE QUALCOSA?

Se vuoi consultare le fotografie o ottenerne una copia in bassa risoluzione non devi pagare niente.

Se invece hai bisogno di immagini ad alta risoluzione per utilizzarle all’interno di una tua pubblicazione, ci sono dei “diritti di riproduzione” da pagare. E precisamente:

  • € 30,00 oltre IVA 21% ad immagine, per iniziative (anche editoriali) a carattere inequivocabilmente culturale e/o scientifico;
  • € 60,00 oltre IVA 21% ad immagine, per iniziative (anche editoriali) a carattere commerciale (televisivo e audiovisivo; pubblicazioni su calendari, copertine di libri, di dischi, di compact disc, di audio-cassette e simili; siti internet etc.). 

 

CI SONO CASI DI ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEI DIRITTI DI RIPRODUZIONE?

Sì, sono esentate dal pagamento le riproduzioni effettuate:

  • per ragioni di studio (es. tesi di laurea e/o dottorato)
  • da soggetti pubblici per finalità di valorizzazione
  • da soggetti privati operanti in ambito locale per finalità di valorizzazione e senza fini di lucro. 

 

QUANDO DEVO PAGARE? IN CHE MODO?

I pagamenti vanno effettuati dopo che la Giunta Comunale ha concesso la sua autorizzazione ma prima di ottenere il materiale richiesto.

Puoi pagare direttamente al personale in servizio presso il Centro Culturale oppure puoi effettuare un versamento con bonifico bancario sul conto di tesoreria del Comune di Langhirano presso la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza – Agenzia 1 di Langhirano – IBAN:    IT92H  06230  65770  000035603350. 

 

E SE VOLESSI ORGANIZZARE UNA MOSTRA? POSSO OTTENERE LE FOTOGRAFIE IN PRESTITO?

A meno che non vi siano particolari esigenze di tutela e conservazione, le immagini in copia fotografica possono anche essere prestate ma per non più di due mesi e comunque solo ad enti, istituti, comitati ed associazioni di volontariato o di promozione sociale per mostre e/o manifestazioni di carattere culturale o turistico. Non è ammesso il prestito a singoli, neppure per ragioni di studio o ricerca.

La richiesta va presentata per iscritto sul modulo predisposto (Allegato D).

L’imballaggio, il trasporto, l’esposizione, la conservazione e la restituzione sono a tuo carico.

Ovviamente dovrai prestare la massima attenzione nell’utilizzo del materiale che ti è concesso per evitare che le fotografie si danneggino o vadano perse.

 

COME FACCIO A SAPERE QUAL È IL NUMERO DI INVENTARIO DELLE FOTOGRAFIE PER POTERLO INDICARE NEI MODULI DI RICHIESTA?

Per poter individuare il numero di inventario delle fotografie che ti interessano segui questi semplici passaggi:

  1. entra nel sito www.museotanara.it
  2. clicca sulla sezione “Langhirano nella storia” (in basso a destra)
  3. scegli il canale di navigazione che fa al tuo caso tra i quattro che ti sono proposti in elenco sulla sinistra dello schermo (persone, territorio, manifestazioni pubbliche e casa del donatore)
  4. trova la fotografia che ti interessa
  5. clicca il tasto destro del mouse sulla fotografia di cui vuoi conoscere il numero d’inventario
  6. clicca su “invia immagine per posta elettronica”
  7. si apre la maschera “invia posta” in cui è indicato il percorso di archiviazione della fotografia. In fondo alla stringa è riportato un numero. È il numero identificato della fotografia o numero di inventario

 

INFORMAZIONI E SUPPORTO

Se hai bisogno di informazioni o se ti serve una mano nella compilazione delle domande fai riferimento a:

Rosanna Leoni - Tel. 0521.351352 - r.leoni@comune.langhirano.pr.it

Allegato: 

Allegato A (7.07 KB - pdf)
Allegato B (7.7 KB - pdf)
Allegato C (11.09 KB - pdf)
Allegato D (7.55 KB - pdf)

Note: 

NORMATIVA

Legge Regionale 24 marzo 2000, n. 18 (articolo 5, comma 2)
Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42  (articolo 101 e seguenti)
Regolamento dell’archivio fotografico comunale. Fondo ex-Avis