Servizio oggetti smarriti

 

Il Servizio oggetti smarriti accoglie documenti ed oggetti smarriti sul territorio cittadino. L’obiettivo è risalire nel più’ breve tempo possibile al legittimo proprietario al fine della restituzione.

Ritrovamento oggetto smarriti 

Quando si trova un oggetto e non si sa a chi appartiene, va portato all’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Piazza G. Ferrari, 1 – piano terra.
Quest’ultimo, riceve, cataloga e custodisce tutti gli oggetti smarriti e ritrovati nel territorio del Comune.

Ogni oggetto ritrovato che viene depositato è registrato e numerato in apposito registro, nel quale sono annotate tutte le caratteristiche descrittive del bene, le circostanze del ritrovamento e tutte le successive operazioni relative all’oggetto ritrovato.

L’Amministrazione Comunale non risponde di eventuali danni o irregolarità avvenuti prima dell’atto della consegna degli oggetti rinvenuti.

Il ritrovamento di un oggetto è pubblicato all’albo pretorio nella sezione “Oggetti smarriti” da farsi per due domeniche successive e per tre giorni ogni volta.  

Ritrovamento documenti e simili

Per i documenti ritrovati relativi a residenti nel Comune di Langhirano, l’Ufficio Relazioni con Pubblico invia una comunicazione agli interessati. Se invece i proprietari dei documenti risiedono in altri Comuni, l’Ufficio Relazioni col Pubblico provvede ad effettuare l’invio dei documenti presso il Comune di residenza.

I documenti o targhe di ciclomotori, motocicli, autovetture ecc, rinvenuti, verranno restituite alla Motorizzazione Civile di Parma o al P.R.A.

I documenti o le tessere che non hanno funzione legale di identificazione o certificazione, trascorso il termine di 90 giorni di giacenza presso l’Ufficio Relazioni col pubblico, senza che il proprietario li abbia richiesti, verranno distrutti rendendoli inservibili e redigendo apposito verbale.

Restituzione dei beni

Per ottenere la restituzione del bene il proprietario, o un suo legale rappresentante, o persona delegata al ritiro dovrà presentarsi all’Ufficio Relazioni col Pubblico, munito di documento d’identità e fornire una descrizione dettagliata riguardanti l’oggetto.

Spese di custodia del bene

Qualora la custodia del bene abbia comportato una spesa per l’Amministrazione Comunale, il proprietario o il ritrovatore per ritirare l’oggetto deve pagare una somma a titolo di rimborso per le spese occorse per la custodia e il deposito ai sensi dell’art. 929 del C.C. ultimo comma.
 

Acquisto di proprietà del bene 

Trascorso un anno dall’ultimo giorno di pubblicazione all’albo pretorio senza che nessuno si sia presentato a richiedere la restituzione dell’oggetto, quest’ultimo, oppure il suo prezzo se le circostanze ne hanno richiesto la vendita, sarà messo a disposizione del ritrovatore, il quale verrà informato dall’Ufficio Relazioni col Pubblico e potrà ritirarlo entro 60 giorni dalla data di ricevimento dell’avviso.  

Se nessuno reclama l’oggetto ritrovato

Decorsi i termini di cui sopra, senza che il ritrovatore si sia presentato a reclamare l'oggetto, questo diventerà di proprietà dell'Amministrazione Comunale.

Premio dovuto al ritrovatore

Il ritrovatore viene informato della riconsegna del bene al legittimo proprietario, il quale dovrà provvedere a pagare a titolo di premio al ritrovatore, qualora questi ne faccia richiesta, la somma prevista dall’art. 930 del Codice Civile.

Allegato: 

Normativa di riferimento (97.84 KB - pdf)

Note: 

Indirizzo: Piazza G. Ferrari, 1 - piano terra

 

Orari:

Lunedì: 8 30 12.30 - 14.30 17.00

Martedì: 8 30 - 12.30

Mercoledì: CHIUSO

Giovedì: 08 30 - 12.30

Venerdì: 08 30 - 12 30

Sabato: 09 30 - 12.30 ( Informazioni e urgenze )

 

Tel.  0521 351204 - 0521 351207

 Fax 0521 858240